Considerazioni sugli Youtubers

16:23:00

Ma vogliamo dire quanto mi piacciano gli Youtubers? Diciamolo allora, mi piacciano tanto assai
Ahimè non sono una grande frequentatrice dei canali, perchè nonostante preferire passare  i miei pomeriggi a cazzeggiare al pc, a mangiare biscotti di Ikea davanti a Grey's Anatomy 12 o a Jessica Jones, oppure a farmi le treccine con le mie amiche, non posso. Luglio non è poi così lontano e io devo capire come poter tradurre venti righe di versione di Greco in quattro ore. Se lo capirò significa che l'anno prossimo si va all'università, in caso contrario venitemi a trovare al cimitero, mi sono suicidata.

Benché cerchi di superare gli Esami di Stato -*dandandandaaaan*- cazzeggio lo stesso, solo che il mio cazzeggio è controllato e limitato dal senso del dovere, ed essendo appunto limitato e controllato non è così erudito come quello di altri.
Con tutto questo discorso voglio far intendere che sì, mi vedo video su Youtube, ma non sono una grande conoscitrice, quindi parlerò di quello che mi piace e di quello che non mi piace in base ai pochi -ma buoni- Youtubers che seguo.




Ci sono due macrocategorie nel mio panorama di Youtube: Cazzoni Italiani -d'ora in poi chiamati CI- e Cazzoni Americani/Inglesi -CA-.

Prima di iniziare ad elencare le sottocategorie di Cazzoni che mi piace seguire vi avverto che io NON vedo i video in cui si parla di argomenti specifici perchè mi annoiano. Infatti evito come si evita la peste i video sul makeup, perchè di quanto sei brava tu a truccarti non me ne frega niente, evito i tutorial DIY perchè mi sento stupida come la ragazzina che ero a otto anni davanti ad Art Attack, ed evito i video degli haul -ossia persone ricche che comprano cose da ricchi e fanno vedere nei loro video quanto tu non sia ricca come loro- perchè ho già le mie invidie, non me ne servono delle altre.

Tornando alla divisione delle categorie espressa sopra ho suddiviso a loro volta i CI e CA.
I CI si differenziano in CI Maschi e in CI Femmine. I Maschi non me li filo molto perchè quei pochi che ho visto pubblicano video in cui urlano parolacce nella speranza di far ridere, con l'eccezione dei The Pills che sono da sempre nel mio cuore. 
I generi delle CI Femmine che mi sono capitate sott'occhio sono un po' più complicati di quelli dei Maschi.
Le CI Femmine sono suddivise in IWannaBeAmericanaMaNonLoSono, di questo gruppo le ragazze in cui io sono incappata sono tutte del nord, da Genova in su, chissà perchè.
Poi ci sono le Youtubers VoglioFareRiderePerchèMiDiverte, che sono le mie preferite perchè A)prendono in giro tutte le categorie di Youtube, B) la maggior parte di loro non se la tira come le altre che sono convinte di avercela d'oro, C) usano l'autoironia, cosa che di per sé le proclama vincitrici, D)fanno ridere davvero, nel senso che le guardo e rido davanti allo schermo come una cretina. Cito tra queste la mia amata Violetta Roks, di Roma come me e come The Pills, lei mi fa morire dal ridere con le sue Cucine da Incubo, date un'occhiata se vi capita.
Un'altro gruppo delle CI Femmine sono quelle che VoglioFareRidereSoloPerchèAdoroINumeriDiLikeSulMioCanaleESullaMiaPaginaInstagram, di queste non dico niente se non: vade retro Satana.
Di sicuro ci saranno altre mille categorie ma io non le conosco.
Prima di procedere con la classificazione delle categorie Americane/Inglesi devo fare un appello alle  IWannaBeAmericanaMaNonLoSono: perchè cavolo parlate così tanto? Insomma, va bene che copiate le idee dei video dalle Americane, ci sta, ma vi accorgete che loro dicono la metà delle parole che usate voi?Siete logorroiche, ve ne rendete conto? Siete consapevoli che quando fate i Room Tours -quelli delle Americane mi piacciono assai- descrivete pure quanti peli ha il vostro peluche preferito a forma di elefante? Forse no, ma meglio che qualcuno ve lo dica.



Per suddividere la categoria degli Youtubers CA -con tutte queste categorie mi sento molto aristotelica-  mi servirebbe una conoscenza universale che non ho. Ma posso dirvi che di CA Maschi non ne seguo neanche uno perchè mi sembrano tutti CazzoniAlQuadrato, e non solo semplici Cazzoni. Di CA Femmine invece ne seguo eccome, soprattutto il gruppo GuardaComeE'PerfettaLaMiaVita che, diciamolo pure, è il gruppo a cui si ispirano tutte le IWannaBeAmericanaMaNonLoSono. Queste Americane in effetti sono pazzesche. Vivono in delle case pazzesche che mostrano nei House Tours, dormono nelle stanze fichissime riempite di foto scattate con la Polaroid e ben visibili negli RoomTours, la mattina quando si svegliano nelle Morning Routine sembrano che stiano per andare ad una sfilata di moda e non all'università/scuola/passeggiata col cane. Se poi vogliamo parlare dei video A Day in My Life penso che la maggior parte di noi comuni mortali prenderebbe a testate il muro. In questi video che dovrebbero rappresentare la giornata quotidiana di queste Americane si vedono CA Femmine che non fanno assolutamente nulla di sensato: si alzando dai loro letti King Size, vanno a correre, tornano a casa per fare una colazione a base di frutta e centrifugati che nessuno di normale ha il tempo di preparare la mattina, impiegano ore nei loro closet per scegliere cosa indossare, per truccarsi, per acconciarsi i capelli. E quando pensi che sia il momento di uscire, che dopo che si sono costruite sulla faccia un architettura di ciglia finte e Natural MakeUp inizino a fare cose, loro si seggono alla scrivania di vetro e montano il video della settimana, modificano qualche foto da pubblicare sul blog e vanno a pranzo con le amiche dal giapponese. La Night Routine ve la risparmio perchè è più irreale di tutta la loro giornata. Il massimo che faccio io prima di andare a dormire è infilarmi il pigiama e ripetere Manzoni, altro che maschera di bellezza all'avocado e yoga. 



Ludo.

You Might Also Like

10 commenti

  1. sofia viscardi la conosci? dico, la conosci? No, perché fra il suo canale youtube, e peggio ancora la sua pagina facebook, c'è da divertirsi. ma nel senso che io mi diverto guardandola, e rido per non piangere. lei credo sia di Milano, effettivamente, però magari no, ed è assolutamente Iwannabeamericanaefigamanonlosono, e se la tira manco fosse Gesù Cristo. E le tizie che la seguono su fb/instagram/tumbblr/twitter/vattelapesca sono ragazzine delle medie, directioner, adoranti e semplicemente fuori come balconi, che in lei vedono un'icona della femminilità, una donna (ha 16 anni, notiamo) da imitare e alla quale guardare. Ecco, sì, Cristo.
    Se hai tempo facci un giro, dalla Sofia, perché... ti giuro, potresti trascorrere una mezzora di delirio fra il riso e il pianto, e io sono diventata isterica a furia di desiderare la sua morte (se la conosci e ti piace, mi rimangio tutto, non sono una cattiva persona XD).
    Io gli youtubers... bah, dipende. mi piacciono le ragazze che cantano, a volte ne seguo qualcuna che non se la tira, oppure i canali su recensioni di libri/film, in special modo gente che recenisce cinquanta sfumature di grigio e simili in maniera autoironica. Però non ci faccio una malattia, ecco...
    per quel che riguarda il mio giveaway, ho scelto il libro per te ben prima del tuo commento, che però ha definitivamente chiarito che ti piacerà. E Fabio Volo non lo regalerei a nessuno se non al mio peggior nemico, perché si riempie la bocca di parole per poi non comunicare niente, di fatto, e John Green io lo trovo biillante, in un certo senso, a tratti mi diverte, però eviterei di regalarlo a qualcuno perché è troppo inflazionato e poi non è che sia Dio sceso dall'olimpo, anche se ha trovato un suo mercato e ha un suo perché, per me.
    Un abbraccio, e scusa il polpettone di commento ;)
    Minerva

    RispondiElimina
  2. Sofia Viscardi è per eccellenza una VoglioFareRidereSoloPerchèAdoroINumeriDiLikeSulMioCanaleESullaMiaPaginaInstagram, non è commentabile.
    John Green non l'ho mai letto ma ho visto i film tratti dai suoi film: Colpa delle Stelle è studiato a tavolino per far piangere la platea, non è molto spontaneo. Città di Carta non l'ho capito, il protagonista si imbarca in un'odissea alla ricerca di una ragazza scomparsa (SPOILER!)per scoprire alla fine che questa ragazza non era nè scomparsa nè tanto meno aveva intenzione di farsi cercare, ma davvero? Davvero...?

    RispondiElimina
  3. Violetta Rocks è anche una delle mie preferite, la amo. Gli altri citati non li conosco. Le americane non le seguo a prescindere, specialmente 'ste qui che fanno i room tour e si mettono tre chili di trucco in faccia, mi inquietano; invece seguo alcune che parlano di cosmetici (ma non i tutorial, e dipende da quanto se la tira la ragazza) perchè mi rilassa sentire consigli sui prodotti quando pranzo da sola, e idem gli haul di abbigliamento ma solo low cost. Per il resto vado a periodi.

    Quando hai parlato delle morning/night routine assurde mi è venuta subito in mente Giulia Watson, che seguo da un pò ma credo che toglierò presto dalle iscrizioni perchè sta diventando un pò troppo fissata col rendere instagrammabile la sua intera esistenza, non solo la camera o la sua faccia. In pratica lei si alza e la prima cosa che fa è passare mezz'ora su Instagram (io dormirei mezz'ora di più piuttosto), poi si prepara i pancakes - i pancakes! - con su le fragole giganti del Burkina Faso che trova solo lei, dopo si rifà il letto bello preciso, mezz'ora per scegliere i vestiti e abbinarli e fargli la foto, mezz'ora per truccarsi, mezz'ora sul letto a cazzeggio e poi finalmente schioda.
    In pratica sarei l'unica cretina che si alza incazzata, va al lavoro infilando un jeans a caso e fa colazione con un mezzo caffè amaro preso con 40 centesimi alla macchinetta del piano terra. Che vita triste la mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L' ho visto anche il la morning routine della Watson. Che poraccia, dormire è tipo la seconda cosa al mondo piu bella della vita, perche sprecare tempo sui social la mattina?

      Elimina
  4. Ultimamente anch'io guardo video a random, agli inizi invece ne seguivo molti, poi quando i primi "youtubers" hanno iniziato a vedere qualche soldo si è persa tutta la magia, non c'è più la spontaneità di una volta, ora anche chi apre un nuovo canale sà già cosa deve fare/dire per avere visualizzazioni e like. Alcune sono arrivate a darmi proprio l'orticaria.
    Violetta mi piace tanto, nei primissimi video di cucine da incubo poi.. era da morire, anche i the Pills, conosco e approvo. Non sò se può rientrare proprio nello stesso genere ma prova a vedere qualche video di Claudio di Biagio "non aprite questo tubo" a me piace tanto anche lui.

    Buon Natale, ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cucine da incubo sono pazzesche. Di Biagio l ho conosciuto dal vivo ad una festa geek e sinceramente è meglio sul tubo che nella vita vera, quindi seguirlo mi scoccia un poco.

      Elimina
  5. siccome di youtubers non ne so un fico secco... mi fermerei ai biscotti di avena dell'ikea, che sono la cosa migliore dopo la nutella.
    ed il pandoro con i marron glaces

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di ikea con in mezzo la cioccolata!? Anche io li adoro...!

      Elimina
  6. Di youtubers prima ne seguivo parecchie, Onorina di Pepperchocolate mi piaceva molto ma da un po' di tempo mi fa venire il voltastomaco è dimagrita sino all'inverosimile ed è più finta del mio albero di natale. Per il resto ne ho scoperta una nuova, Gemminamakeup e spero che almeno lei non si monti la testa perchè mi diverte vedere i suoi vlog...
    credono di essere così furbe quando iniziano ad avere popolarità , ma non hanno capito che quello che ci attira è la loro spontaneità non le facce costruite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad alcuni sì, ad altri le facciate costruite piacciono più della verità.

      Elimina

Blog Archive

Subscribe