Novembre regolare

novembre 07, 2016

Ma che brutto che è Novembre. E' un mese proprio triste, mette malinconia. 

Inizia a fare freddo e la giacca di pelle finisce in fondo all'armadio che manco me ne accorgo.
Non fa però così tanto freddo da accendere i termosifoni, secondo mia madre.
Le labbra mi si screpolano.
Addio scollature e ombelico di fuori.
Addio anche alle gambe nude e al pigiama senza pantaloni.
Terrò le mani nella tasca della giacca a vento fino ad aprile prossimo.
Mi ostino a mettere le calze velate il sabato sera anche se batto i denti che manco lo schiaccianoci. 
L'umido mi scava la pelle e si infila dentro le ossa, e l'umidità è come la paura: viscida e subdola.
La pioggia. 
La pioggia, che non è come i temporali estivi: divertenti e inaspettati; o come gli acquazzoni primaverili: scoccianti ma brevi; la pioggia di Novembre fa cagare e basta. 
La noia mi assale e non ho voglia di uscire i fine settimana: fa freddo e non c'è niente da fare, a chiudermi in quel carnaio di discoteca no grazie, quindici euro per essere palpata e ho detto tutto. 



E quindi niente, Novembre non è granché come mese, trascorre da solo per inerzia, però va bene. 
Qui va tutto bene. 

Ludo.



You Might Also Like

2 commenti

  1. "15 euro per essere palpate e ho detto tutto" mi hai fatta morire dal ridere... Pure io odio le calze velate e Novembre è la depressione, più aggiungici nel mio caso un hanno che ha fatto di tutto per dare il peggio di se e già ora la gente inizia a volermelo fare chiudere male e iniziare peggio con l'ansiolitica domanda:"ma a capodanno che fai? "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Capodanno cosa faccio? Se me lo chiedi a Novembre come festeggio stai sicuro che di sicuro non con te. Sfiggy.

      Elimina

Blog Archive

Subscribe