Sono ancora qua e già

settembre 12, 2016

Sono tornata dall'estate e questo Settembre senza il primo giorno di liceo non mi sembra Settembre. 



Credevo che i mesi caldi mi avrebbero aiutata a pendermi il tempo necessario per capire cosa fare dopo.
Dopo. 
Che adrenalina che mi mette questa parola.
Il Grande Dopo che tutti mi chiedono. 
Del Grande Dopo io non so nulla. Ho scelto la facoltà dell'università, sì, e l'idea mi piace, mi suona bene, e so anche che sarà difficilissima. 
Ma cosa farò io Dopo? Non lo so. Mi sto trovando dei lavoretti perché BBF ha ragione: abbiamo quasi vent'anni e ancora stiamo a chiedere dieci euro a mamma per l'aperitivo.
Sto cercando di vendere i libri del liceo: con alcuni è facile perchè mi ricordano solo le nottate insonni e i pianti, con altri è più difficile, perchè oltre alle lacrime e al sangue ci ho investito anche dedizione e fiducia. 
Sto anche cambiando un po' di cose nella stanza, con calma perchè mi pagano pochissimo e una volta al mese. Adesso ho un nuovo armadio a vista e nuove candele, ma soprattutto via i pupazzi, via i proposti della Grande Lista Per Essere Serena, via i diari segreti dal 2008 al 2016 (Sì, lo so, fanno molto anni ottanta ma mia madre mia ha abituata a tenerli dalla prima elementare e ora non potrei più vivere senza), via il poster dei Muse, via Twilight e Il Ragazzo da Parete dalla libreria.

Prima delle vacanze mi chiedevano cosa avrei fatto Dopo, Dopo il liceo, Dopo l'estate, insomma a Settembre.
Ora è Settembre e sto facendo un sacco di cose: lavoro una volta a settimana, aspetto il test universitario e il test della patente, e tolgo peluche dal letto di mia sorella.

Queste cose valgono come risposte?

Ludo.

You Might Also Like

13 commenti

  1. Valgono moltissimo. Ti stai costruendo il dopo.

    RispondiElimina
  2. a me mancano 4 giorni e sarò catapultata all'università ('sti svizzeri che cominciano presto...), e non so come sarà. Mi sono iscritta a lettere senza un dubbio, un ripensamento, un'incertezza, perché è quello che voglio più o meno da sempre, mentre tutti attorno a me, così pragmatici, mi suggerivano di studiare economia, giurisprudenza, psicologia. Spero soltanto l'università non mi deluda, e di non deludere io lei. Tu a che cosa ti sei iscritta, che sono curiosa?
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo sulla stessa barca. Al prossimo post, diró tutto: non subito, non troppo presto.
      Letteratura in Svizzera è letteratura svizzera o italiana? (Perdona la mia ignoranza..)

      Elimina
  3. In bocca al lupo! Siamo sulla stessa barca. Io sto per laurearmi e inizia il Dopo Dopo. Ma mi sono già fatto un'idea abbastanza chiara di cosa ci sarà... speriamo bene!

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cazzo. Il Dopo Dopo, mazza che paura.

      Elimina
  4. Iniziare l'Università è stata una delle cose più emozionanti che abbia fatto. Mi ha fatto un po' paura all'inizio, ma poi va sempre meglio. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  5. è lettere, né più né meno di come la studieresi in Italia. Letteratura svizzera non la studi, in realtà, studi letteratura svizzero-italiana se decidi di fare lettere qui, letteratura svizzera-tedesca se la fai nella parte tedesca e letteratura svizzero-francese nella parte francese, ma è una minima parte del programma rispetto a quella italiana/tedesca/francese normale :)

    RispondiElimina
  6. Questo post mi ha fatto venire la nostalgia dell' estate della maturità :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maturità diventa nostalgica quando non la si deve più preparare. Non ti pare?

      Elimina
  7. Questo post mi ha fatto venire la nostalgia dell' estate della maturità :(

    RispondiElimina

Blog Archive

Subscribe