La mia poltrona gialla

aprile 04, 2015

Sono arrivati a casa dei mobili e gingilli che da sempre erano stati conservati a casa della zia di mio papà. Sono oggetti bellissimi che spaziano da un calamaio, ad una pelliccia -una pelliccia morbida e vintage che non vedo l'ora di indossare il prossimo inverno-, da un baule Harry Potter style -che ho piazzato subito ai piedi del mio letto- ad un seggiolone anni venti -che mia madre ha trasformato in un reggi piante-.
Quando mio papà è tornato dall'ufficio e ha visto l'armadio già posizionato in salotto con la vecchia tombola anni trenta ancora dentro uno dei cassetti e la sedia a dondolo di sua nonna vicino alla finestra, ha avuto un attacco di malinconia acuta alla quale non avevo mai assistito. Gli occhi gli sono diventati lucidi quando ci si è seduto con un libro sul grano del 1879 in una mano e nell'altra i guanti della comunione della sua prozia. 

"Non capisco se sei contento che queste cose siano qui o se sei triste". Ho detto, perchè durante i Natali quando abbiamo fatto milioni di tombolate a casa di zia e si sedeva su quella sedia non aveva mai avuto attacchi di nostalgia.
"Sono sono malinconico." Mi ha risposto "Questi oggetti appartengono ad una quotidianità che non esiste più da decenni ormai, e vederli in mezzo al nostro salotto mi sembra stranissimo"

Ora sono seduta sulla poltrona gialla del mio soggiorno, una poltrona che non ha nulla di speciale e a cui non credo di essere affezionata, appartiene a questa casa da sempre, da prima di me. 
Chissà se un giorno, in un'altra epoca e in un'altra città, sedendomici sopra mi prenderà un attacco di nostalgia acuta.




Ludo.

You Might Also Like

4 commenti

  1. Sai che è strano? Ma accade. Quando il quotidiano smette di esserlo, reincontrarlo è un viaggio nel passato, potentissimo.

    RispondiElimina
  2. è pazzesco quanto i ricordi riaffiorino e urlino attraverso le cose più improbabili...
    l'idea che un giorno la mia collezione di teiere faccia venire il magone a qualcuno, mi fa strano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai nipoti dei tuoi nipoti quella collezione di teiere apparirà un sacco vintage, che fico, beati loro!

      Elimina

Blog Archive

Subscribe